Altre risorse

In Italia gli occupati tramite agenzia crescono di quasi il 25%

Il 24,6% in più rispetto all’anno precedente: questa è la percentuale di crescita dei lavoratori assunti tramite le agenzie per il lavoro rispetto al 2016. Nel 2017 il numero medio mensile di lavoratori impiegati tramite agenzia è̀ stato infatti pari a 439.373, di cui 36.300 a tempo indeterminato. Lo rileva Assolavoro, l’Associazione di Categoria delle Agenzie per il Lavoro italiane. Attraverso le attività di ricerca e selezione del personale, sempre nel 2017, 52 mila persone poi sono state scelte per essere assunte direttamente dalle aziende committenti. Tutte con profili medio-alti e contratti stabili.

Nel 2017 702 mila contratti di lavoro dipendente

Secondo le rilevazioni internazionali della World Employment Confederation, di cui Assolavoro è l’espressione italiana, in media, prima di trovare lavoro tramite agenzia, il 33% dei lavoratori era disoccupato. Ma coloro che nel corso del 2017 hanno avuto accesso attraverso le agenzie ad almeno un contratto di lavoro dipendente, con la retribuzione quindi prevista dal contratto collettivo nazionale, e tutte le tutele garantite dalla legge, risultano 702 mila. Mentre nel 2016, i contratti per lavoro dipendente, sono stati 624.559, spiega Assolavoro.

Ovviamente i lavoratori in somministrazione, ovvero assunti tramite agenzia,  hanno per legge diritto alla stessa retribuzione, e a tutte le medesime tutele che spettano ai dipendenti diretti dell’azienda presso cui prestano la loro attività

Il 53,7% degli occupati ha meno di 34 anni, e più del 20% non supera i 24 anni

Sono i giovani i più cercati dalle aziende che si avvalgono di un’agenzia per trovare personale. Più della metà, precisamente il 53,7%, dei lavoratori in somministrazione ha infatti meno di 34 anni. In particolare, cresce l’occupazione tramite agenzia per chi non supera i 24 anni: dal 18,7% del totale dei lavoratori in somministrazione del 2016 al 20,1% del 2017, riporta Adnkronos. Inoltre, il 39% dei lavoratori tramite agenzia è costituito da donne.

Almeno un lavoratore in somministrazione su tre, dopo aver lavorato con le agenzie per il lavoro, accede a una occupazione stabile.

450 mila studenti di 500 scuole coinvolte nei progetti di alternanza scuola-lavoro

Per quanto riguarda i progetti di alternanza scuola-lavoro, in un anno le agenzie hanno facilitato futuri percorsi professionali a 450 mila studenti di 500 scuole, attraverso 250 mila ore di alternanza. Principalmente, le ore svolte con l’ausilio di un’agenzia, sono state utilizzate per l’orientamento al mercato del lavoro, la compilazione del curriculum vitae, i consigli su come affrontare un colloquio, e per ottenere una guida all’autoimprenditorialità.

About Marina Lo Cerchio